Tutto quello che c’è da sapere sulla manicure, tutti i prodotti indicati

Il termine manicure si riferisce all’insieme dei trattamenti per la cura delle mani, oppure alla persona professionista, addetta alla realizzazione di questi trattamenti.

Ad oggi chi si occupa della manicure è l’estetista che, di solito, è in grado di svolgere anche tanti altri trattamenti cosmetici. In alcuni casi però, ci sono persone specializzate soltanto nel trattamento delle mani sia a livello curativo che estetico.

Cos’è la manicure?

La manicure è quindi un modo per potersi prendere cura delle proprie mani, ed è possibile farlo sia in maniera autonoma che affidandosi ad una professionista. L’acquisto di prodotti per le mani e la realizzazione di diverse tecniche, è possibile anche in ambito domestico. Tutto dipende dalla nostra volontà, dalla passione che possiamo avere in merito e soprattutto alla voglia di farsi coccolare per un po’, o coccolarsi autonomamente.

Questo trattamento racchiude in sé la gestione di diversi aspetti della mano, ed è possibile riconoscere un tipo di manicure estetico e uno curativo.

Oltre all’applicazione dello smalto, che in realtà è l’ultimo passo del trattamento, si va ad idratare e massaggiare la pelle delle mani, rimuovere le cuticole, le pellicine, tagliare le unghie della stessa lunghezza e dare loro una forma uguale.

Possono essere anche fatti impacchi, maschere, scrub o trattamenti di diversa natura alle mani. L’esfoliazione serve per eliminare le cellule morte, la maschera per idratare a fondo e l’impacco per gestire qualche problematica come un’eccessiva screpolatura delle mani.

Insomma, ad oggi c’è davvero l’imbarazzo della scelta e ognuno di noi potrà trovare il trattamento che più lo soddisfa. Ciò che rimane importante è la cura costante delle mani che è l’unico modo per evitare che risultino trascurate e trasandate. Anche solo applicare tutte le sere una crema idratante è un primo passo per la giusta cura di questa parte del nostro corpo.

Ovviamente in alcuni casi le mani risulteranno più delicate e affusolate, ed in altri più rozze. Dipende non solo da una questione genetica, ma anche dal nostro stile di vita.

Se facciamo un lavoro manuale è ovvio che possiamo avere dei calli, le unghie più maltrattate e magari qualche piccolo taglietto. Al contrario, se il nostro è un lavoro meno faticoso a livello manuale, le mani non ne risentiranno molto e appariranno di certo più curate.

Il trattamento delle unghie

Una parte delle mani che risulta importantissima, sono le unghie.

Le unghie sono delle lamine composte principalmente da cheratina che si trovano nella parte finale delle dita. Sono presenti nell’uomo ma anche negli animali, ed hanno funzioni diverse.

Nell’ambito della manicure, le unghie rivestono un ruolo molto importante. Questo trattamento, infatti, si conclude sempre con la cura delle unghie e l’applicazione dello smalto. Lo smalto è un cosmetico che ha come scopo estetico quello di colorare le unghie. Segue le tendenze del momento e sono centinaia le sfumature di colore possibile che possono essere applicate.

Esistono, inoltre, tantissime tecniche diverse di applicazione dello smalto che vanno a creare vere e proprie decorazioni e disegni sul cosiddetto “letto ungueale”, ovvero la parte centrale dell’unghia, ma anche sulla sua estremità.

Lo smalto come cura

Lo smalto può avere però, anche una funzione curativa. Le unghie sono infatti una parte del corpo che risente spesso di carenze vitaminiche e in generale può essere soggetta a rotture, sfaldamento o ingiallimento.

Appurata la presenza di una problematica importante, è necessario agire in modo medico dall’interno. Si può però fare qualcosa anche a livello esterno ed estetico. Ad esempio, è importante applicare il cosiddetto smalto rinforzante. Si tratta di uno smalto simile agli altri che però ha una colorazione molto chiara, rosata, o addirittura trasparente, ma contiene una serie di vitamine e sostanze nutritive per le unghie.

Applicandolo, andiamo a creare un film, una pellicola protettiva sull’unghia che va immediatamente a proteggerla da eventuali urti e rotture. Le sostanze presenti nello smalto nutrono l’unghia e si va quindi ad agire per rinforzare questa parte delle nostre mani.

L’applicazione costante di uno smalto del genere rende le unghie più forti. Esso può essere applicato da solo, oppure come base per lo smalto colorato. In base allo stato delle nostre unghie si potrà agire in modo differente. Se, ad esempio, sono estremamente debole e sfibrate, è consigliato applicare per almeno una decina di giorni questo prodotto evitando smalti colorati o solventi.

I diversi tipi di manicure: dalla classica alle più innovative

La manicure classica, quella che prevede il trattamento di mani ed unghie con prodotti come la lima, il tagliaunghie, il tronchesino per le cuticole e le pellicine, è adatta sia ad un pubblico maschile che ad un pubblico femminile. Si tratta infatti di un trattamento che fanno tutti.

Oltre a questo tipo di manicure esistono però anche altre versioni che, ad oggi, sono estremamente diffuse, soprattutto tra le donne. Stiamo parlando della manicure semi permanente, della ricostruzione unghie, o dell’acrilico.

Si tratta di trattamenti legati principalmente alle unghie. Quando si decide di fare un lavoro del genere infatti, la gestione delle mani, la sua idratazione e tutto il resto, rimangono identiche. Ciò che cambia è il lavoro sulle unghie.

Ciò che questi trattamenti vanno a risolvere è uno dei pochissimi, se non l’unico, svantaggio dello smalto classico: la durata. Lo smalto infatti ha una composizione non eccessivamente resistente. Un semplice urto, l’uso di saponi e detergenti, o anche il picchiettamento delle dita sulla tastiera del computer, possono comprometterne la durata.

È molto semplice sbeccare lo smalto, anche dopo poche ore dall’applicazione.

Per risolvere questo problema si vanno a fare, come già accennato, dei trattamenti che prevedono l’applicazione di smalti particolari, di solito in gel, che hanno una durata molto più lunga, a volte anche fino ad un mese.

Gli smalti gel sono usati per la manicure semipermanente e vengono applicati insieme ad altre sostanze a strati, e asciugati con un fornetto per unghie. I gel in questione hanno una consistenza che si asciuga ed indurisce solo con l’esposizione ai raggi uv, prodotti proprio dalle lampadine del fornetto per unghie.

Con la ricostruzione delle unghie possiamo applicare delle unghie finte, andando non solo a risolvere il problema della durata dello smalto ma anche ad allungare le nostre unghie naturali.

Conclusioni

Sono perciò moltissimi i prodotti utilizzati per la manicure, e si differenziano in base allo scopo che vogliamo raggiungere.

Creme, scrub e maschere per la pelle. Tronchesi, lime e spingi cuticole per le unghie. Smalti classici, in gel o acrilici per colorare e decorare le nostre unghie. Fornetti uv per asciugare e definire.

Il mercato della manicure è in continuo aggiornamento, con l’obiettivo di accontentare e stupire ogni volta i suoi amatori.

Sono Teresa e sono di Napoli. Sono appassionata da sempre di libri, cucina e lifestyle. Mi piace chiacchierare e condividere le mie opinioni con gli altri. Il confronto è la via migliore per fare la scelta giusta e consigliarsi con gli altri è sempre utile. Sono molto attiva sui social media e sui miei profili parlo di tante cose, scambio consigli con la mia community e mi diverto. Il momento preferito della giornata per me è la colazione, che sia a casa o al bar amo svegliarmi con il mio cappuccino.

Back to top
menu
guidamanicure.it